solo davanti.jpg

Truffes et Bijoux

SCARICA LA
PRESENTAZIONE
GUARDA IL PROMO

Cosa hanno in comune i tartufi e i gioielli? Certo il loro valore “economico”, la loro preziosità. Ma anche la necessità di scavare, di andare in profondità per trovarli e poterne godere. Un fungaiolo sa bene che i funghi stanno in superficie ma con un po' di pazienza e un cane ben addestrato è sotto terra che si trovano i veri tesori! E così ha fatto Alberto Napo Napolitano con il suo nuovo lavoro discografico dal titolo Truffes et Bijoux. Da una parte ha scavato nella memoria alla ricerca dei suoi amati chansonnier francesi (Aznavour, Brel, Brassens, Salvador e Gainsbourg) da lui tante volte proposti sul palco. E dall’altra è andato alla ricerca di alcuni gioielli di quella “scuola ligure” che non ha mai smesso di brillare (Max Manfredi e Bubi Senarega). Ma la Liguria di Napo - schiacciata tra mare e montagna - amplia i suoi spazi. I confini si allargano, così, fino al Piemonte di Gianmaria Testa e alla Toscana di Bobo Rondelli. Eccoli i tartufi e i gioielli di Napo.

 

La canzone d’autore, quella vecchio stampo, non è affatto morta. Centinaia di bravissimi cantautori sfornano ogni anno delle vere e proprie perle ma è sempre più difficile poterle trovare, seppellite da tonnellate di musica “usa e getta” con cui i colossi discografici intasano i principali canali di diffusione.

 

Dieci canzoni, tutte radicalmente rivisitate, sfilano una dietro l’altra con la stessa dignità ed è assurdo pensare che una ha venduto milioni e milioni di copie e quella dopo poche centinaia, è un po' come vedere il Real Madrid e una squadra italiana di serie B mangiarsi una pizza dopo aver pareggiato a fatica su un campetto di provincia. Il disco è stato prodotto dallo stesso Napo e dal batterista sestrese Lorenzo Capello e suonato dalla chiavarese Alice Nappi (violino), il sestrese Andrea Vulpani (pianoforte), Lorenzo Capello (batteria) e Napo (voce, chitarre e ukubass). Ospite speciale su “Amsterdam” è stato il fisarmonicista genovese Gianluca Campi. Prodotto a Santa Maria di Maissana (SP) nello studio di Napo e masterizzato presso Orange Home Records di Leivi (GE) è edito da Maccaja - NRG records.

 

Per contatti: Alberto Napolitano 3284384207 info@albertonapolitano.eu www.albertonapolitano.eu

 

INFO CD Elenco tracce: 01 La bohème (Charles Aznavour) 02 Dentro la tasca di un qualunque mattino (Gianmaria testa) 03 Amsterdam (Jacques Brel) 04 Licantropi (Bobo Rondelli) 05 Je me suis fait tout petit (Georges Brassens) 06 Tra virtù e degrado (Max Manfredi) 07 Faire des ronds dans l’eau (Henri Salvador) 08 Il riposo del marinaio (Bubi Senarega) 09 La javanaise (Serge Gainsbourg) 10 Vallegrande (Nicola Rollando)

Musicisti interpreti: Napo: Voce, chitarre, ukubass Alice Nappi: violino Andrea Vulpani: pianoforte e tastiere Lorenzo Capello: batteria e percussioni Gianluca Campi: fisarmonica su “Amsterdam” Produzione artistica: Alberto Napolitano e Lorenzo Capello Etichetta: Maccaja – NRG records Italy Anno: 2021 Durata: 39’06”